Biden agli americani: "Vi imploro, indossate la mascherina" (CNN) - Covid, Zingaretti: "L'ho avuto, ecco perché disprezzo negazionisti" (Adnkronos) - De Luca: "Quest'anno Natale e Capodanno non esistono" (Repubblica) - Massimo Giannini: "Se vogliamo contenere il virus, dobbiamo cedere quote di libertà" (La Stampa) - Ricciardi: interventi rapidi, si profila tragedia nazionale (Repubblica) - Covid, Bassetti: "Febbre gialla candidata a succedergli come prossima pandemia" (il Messaggero) - Coronavirus, il Papa: pregare con coraggio, quasi "minacciando" Dio (TGcom) - La Regina Elisabetta, già pronta per il vaccino anti-Covid: "D'esempio contro la disinformazione" (Vanity Fair) - Covid, Gino Strada: "Non ne usciremo prima di 2-3 anni" (il Messaggero) - Coronavirus, Merkel: "Mai una sfida come questa dopo la guerra" (Rainews24) - Berlusconi: "In guerra un Paese deve stringersi intorno a chi decide" (TGcom) - Covid, Gallavotti: "Il negazionismo come la demenza" (La7) - Isis, alla festa di addio del kamikaze la cintura esplode per errore: 12 morti (il Messaggero) - Nicola Piovani: "Le folle dello shopping al tempo del Covid sono un istinto al suicidio di massa" (Repubblica) - Massimo Galli: "Dopo il Covid arriverà un'altra grave epidemia" (Agi) - Iraq, Isis fa esplodere un bebè durante un'esercitazione sugli esplosivi (Rai News) - Libano, sventato attentato su aereo con barbie-bomba (Reuters) - Isis, pizzaiolo marocchino condannato a 6 anni per proselitismo sul web (Ansa)

Rockit // 2 marzo 2020

“Memorie dall’underground” conserva la solida struttura di un disco punk, e riesce al tempo stesso a proporre dei brani che da questa corrente musicale si allontanano. Ne risulta un lavoro che rassicura quanti si aspettavano del monocorda e della batteria dritta, ma che riesce a sorprendere: la prima metà di “Regressive Mantra”, “Bad Romance” o “Diranno che siamo stati noi”, per citarne qualcuna, per certi versi si allontanano dalla strada maestra ed il risultato è molto interessante. In altre tracce, invece, si sente tutto il sapore del punk italiano, soprattutto quello della scena a cavallo tra gli anni ’70 e inizio ’90: in “Paranoia” risuona l’eco dei CCCP, mentre “Il ministro dell’Interno è esploso” sembra essere uscita da “Isterico” il disco dei Punkreas del 1990.
“Memorie dall’underground” è il terzo album dei “The Konspirators”, gruppo con una dozzina di anni di presenza sulla scena punk romana e nazionale. È un disco solido, che non soffre della registrazione casalinga (che del resto rimane la dimensione originaria del punk) e che non deluderà quanti lo stavano aspettando.
I testi sono spesso molto interessanti e l’approccio ironico della band nei confronti di temi politici è spesso acuto e divertente. Delle volte si rasenta un populismo con poca mira (penso a “Il ballo della Tensione”) ma in altri brani il discorso politico è affidato ad un’ironia che funziona e diverte (come nella già citata “Il ministro dell’Interno è esploso”).
(Marco E. Airoldi – Rockit)
link all’articolo >> Memorie Dall’Underground – terzo disco dei The Konspirators, gruppo della scena punk romana

Leave a Reply

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Gabfire themes