Salvini: "Sono stanco di offese e insulti, lasciateci lavorare" (Facebook) - Toninelli: “Genova tornerà più forte in pochi mesi. Al massimo anni” (RaiNews24) - Assist di Trump ai gilet gialli: "Ribellione contro il marxismo culturale" (CNN) - Boschi al papà di Di Maio: "Non le auguro ciò che Luigi fece a me" (Tgcom) - Theresa May: "Resto solo per completare uscita da Ue" (BBC) - Il Papa: "L'aborto è come affittare un sicario per risolvere un problema" (il Messaggero) - Putin: "C’è il rischio di una guerra nucleare e della fine della civiltà" (Corriere Della Sera) - Isis, pizzaiolo marocchino condannato a 6 anni per proselitismo sul web (Ansa) - Ex capo della campagna di Trump, si consegna all'Fbi: è accusato di cospirazione (CNN) - Russia: "Forse abbiamo ucciso Al-Baghdadi" (La Stampa) - “Click to Pray”, una app per pregare per la Chiesa e con il Papa (La Stampa) - Tre militanti dell'Isis uccisi dai cinghiali in Iraq (AGI) - Isis, il call-center del terrore. In chat con il Califfo, le nuove reclute hi-tech (Ansa) - Nigeria, bambina kamikaze di 10 anni salta in aria e uccide 19 persone (TGcom) - Isis, alla festa di addio del kamikaze la cintura esplode per errore: 12 morti (il Messaggero) - Il Papa: "I social network possono manipolare le persone" (Repubblica) - Iraq, Isis fa esplodere un bebè durante un'esercitazione sugli esplosivi (Rai News) - Libano, sventato attentato su aereo con barbie-bomba (Reuters)
Category archives for: Blog

Konspirators a Piazza San Giovanni per lo sciopero generale del 21 ottobre

il 21 ottobre la kospirazione torna a Piazza San Giovanni a 6 anni dal No Berlusconi Day del 2010. Questa volta sarà per il No Renzi Day e per lo sciopero generale indetto da USB, Unicobas e USI contro le politiche economiche e sociali del governo Renzi dettate dall’Unione Europea e per la difesa e l’attuazione della Costituzione. Sul palco con noi anche Banda Bassotti, Assalti Frontali, Skasso, Pugni In Tasca, Los 3 Saltos e Rikom Carnera. La giornata sarà dedicata ad Abd Elsalam, operaio e delegato sindacale ucciso a Piacenza durante un picchetto fuori dal suo posto di lavoro mentre lottava per i diritti suoi e dei suoi compagn@. L’appuntamento è alle ore 16.00 a Piazza San Giovanni con dibattiti e musica (inizio live alle 20.00) – sino alla manifestazione del giorno dopo che partirà proprio da Piazza San Giovanni alle ore 14.00
DICIAMO NO ALLA DISTRUZIONE DELLO STATO SOCIALE!

EVENTO FACEBOOK

“Natura Porca” in free download: il nuovo album di Chiazzetta è per tutti

“Natura Porca non è proprio un album, non suona come un album e non è costato quanto un album, per questo non ve lo faccio neanche pagare. Forse dovremmo chiamarlo un demo, come quelli che facevamo negli anni 90, una vera e propria dimostrazione di quello che faccio in ben 21 tracce senza pensare tanto alla forma quanto ai contenuti. Si tratta della descrizione, stavolta davvero molto autobiografica, della vita di un tizio che prova da anni a fare l’artista in Italia, e sta diventando (o forse è già diventato) pazzo.” (Chiazzetta)
Tra gli argomenti principali:
-la differenza tra il vero e il falso
-la provincia e i suoi limiti irrisolvibili
-gli scontri contro i nemici che neanche sanno chi sei ma ti rubano l’identità
-le litigate con il se ideale
-la morte
-gli amori
quelli quasi normali che però poi finiscono per insufficienza di quattrini
quelli moderni, morbidi, poligami ideati ad hoc per alleviare la disperazione
quelli idealizzati, tanto con tutta sta confusione chi lo sa con certezza cosa è vero e cosa no
quelli che cazzo vanno riconosciuti anche se non sono tradizionali! Ah li hanno riconosciuti? Vabbè quando ho scritto i pezzi ancora no
e poi li possono riconoscere ancora di più
-il whisky
-le grasse risate in faccia a chi pensa di essere sano e ci guarda strano ma in realtà non c’ha capito un cazzo manco lui
-perchè non ho fatto il botto
-l’accettazione della propria natura…
PORCA

L’album è scaricabile gratuitamente su questo link: www.chiazzetta.it/naturaporca

E questa è un’anteprima live del brano “Troppi Contenuti”, che racconta di un diverbio tra Calcutta e Chiazzetta in quel di Latina. Solo su KTV!

Public Enemy live a Roma: rap suonato e leggenda


“Voglio dedicare questo show a una delle più grandi leggende del pugilato mondiale: Mohammed Alì”. Così Flavor Flav apre il live dei Public Enemy allo Spazio 900 di Roma, location scelta in sostituzione delle terrazze del Palazzo dei Congressi dell’EUR a causa delle incerte condizioni atmosferiche. I Public Enemy decidono di esibirsi dal vivo con una vera e propria band, composta da chitarrista, bassista, batterista e dj, infiammando il pubblico con un live memorabile. Tanti i brani che hanno fatto la storia del rap e della musica in generale come Bring The Noise, Don’t Believe The Hype, He Got Game, Black Steel In The Hour of Chaos e la leggendaria Fight The Power, catturata dalla nostra KTV nonostante il pogo che si è scatenato durante il brano (una rarità ai concerti rap / hip hop..). Una band trasversale da sempre, che attira ai suoi concerti appassionati di tanti generi musicali e che ha anche colto l’occasione per omaggiare con un breve dj-set un brano cult dei Nirvana: Smells Like Teen Spirit. Come da tradizione il concerto dei Public Enemy è anche il luogo ideale per mandare messaggi politici, non solo nei brani, ma anche a voce. E Chuck D e Flavor Flav (quest’ultimo con folta capigliatura rasta) non perdono l’occasione per lanciare strali contro Hillary Clinton, Donald Trump e la politica odierna americana in generale. A fine concerto Flavor Flav dirà: “Ci sono due cose che proprio non sopporto: il razzismo e il separatismo. Dobbiamo rimanere uniti”. Un concerto grandioso e coinvolgente, suonato e sudato, che dimostra che il rap storico non muore mai e anzi andrebbe ascoltato di più dalle nuove generazioni. Una lezione in musica da parte dei più grandi. FIGHT THE POWER!!!

Chiude il Sinister Noise, locale storico di Roma che vide gli albori della kospirazione

Sono trascorsi 10 anni dall’apertura del Sinister… Era il 2006, tanta passione, impegno, lavoro, perseveranza, un mare di concerti, band da tutto il mondo, eventi ed iniziative culturali, tante sfide, avventure, gioie, incazzature, amarezze, soddisfazioni, incontri ma soprattutto tanti momenti indimenticabili ed unici che rimarranno senza dubbio indelebili sulla nostra pelle. Ci è sempre piaciuto il cambiamento e questo è il momento di cambiare ancora una volta per rigenerarsi e ritrovare nuovi stimoli, nuove energie, nuove idee, nuove strade da percorrere. Venerdì 15 luglio 2016 si chiude un ciclo importante e fondamentale della nostra vita che ci ha dato ed insegnato moltissimo sotto il profilo umano professionale e culturale. Rivolgiamo un caloroso ringraziamento a tutti voi che non ci avete mai mollato fino alla fine, tutte le persone, bands, artisti con cui abbiamo avuto il piacere di collaborare e che ci hanno aiutato a portare avanti questo grande sogno. Grazie di cuore.
Continuate continuate continuate a supportare l’underground, quello vero, spontaneo, semplice, genuino al di fuori delle mode e dei circuiti pseudo alternativi… senza troppe “pippe mentali”, semplicemente fuori dagli schemi. Vi aspettiamo numerosi per festeggiare insieme il Sinister Noise, come sempre .. “100% ROCK’N’ROLL ATTITUDE” con le selezioni musicali di 3 amici e fratelli: Magic Bus, Johnny Von Frankenstein e Dead Music.
“STOP BITCHING…SUPPORT THE UNDERGROUND”.
(Sinister Noise Rock Club).

Ecco il nostro piccolo omaggio a un locale che ha dato tanto a noi e a tutta la scena romana. Sperando in una rapida riapertura. FORZA SINISTER!

Tutto lo psychofunkypunkypop dei Sunomi in un album. Anzi, un Albume

Esce finalmente il primo album della band Sunomi, finanziato tramite Musicraiser e disponibile sia nei digital store che in formato cd, in eleganti digipack multicolore (foto sopra). Albume, così si chiama il sostanzioso prodotto dei noti amici/compari della kospirazione, oltre ad essere ben confezionato è anche un grande album, ben suonato e ben pensato. Un corroborante frullato di suoni, tematiche e immagini che entra di diritto nella storia dello psychofunkypunkypop mondiale, genere non a caso inventato proprio dai Sunomi.. In realtà un primo mezzo lavoro già è presente, si tratta del mini-cd C, quasi introvabile. Con Albume però abbiamo un disco più completo, fatto di ben 10 brani più una ghost track. Molti i brani di indiscusso successo inseriti nell’album: da Il Dubbio (in arrivo anche un videoclip veramente matto) a Cervello, che vede la collaborazione dei Konspirators con k2 alla chitarra solista e tutta la band ai cori, Guerra, Tutti Gli Altri e la splendida Cane, uno dei brani secondo noi più significativi e riusciti degli ultimi anni. Il tutto arricchito da canzoni nuove, con ogni traccia intervallata da simpatici e strampalati stacchetti che uniscono tutto il cd in un unico filo conduttore: il delirio psychofunkypunkypop. Un grande album insomma, ben suonato e ben registrato, che conferma il valore indiscusso di una delle migliori band underground di questi anni. Ovviamente una delle più ignorate.. ma i tempi sono duri per tutti. Que viva la vera musica indipendente!

Ecco l’album in streaming su Rockit.it: www.rockit.it/sunomi/album/albume/34968

Esce “The Orchestral Album” dei Belladonna. Un sogno in musica

Per la band Belladonna “è un sogno realizzato”, per chi lo ascolta e lo ha finanziato (quindi anche noi kospiratori) è una vera impresa musicale. Un suono visionario, romantico, potente ed emozionante. La voce di Luana Caraffa, sostenuta da una costante batteria rock, si fonde con le trascinanti note dell’orchestra. Violini, flauti, clarinetti si mischiano con le chitarre di Dani Macchi, che appaiono e scompaiono, stridono e rievocano grandi assoli, come su Beyond The Realms of Reason e Morpheus Rising. La voce cresce e viaggia, in simbiosi con gli arrangiamenti orchestrali della bravissima direttrice d’orchestra Angelina Yershova. Un album epico, nato da una campagna di crowdfunding su Musicraiser e registrato completamente in presa diretta agli Abbey Rocchi Studios di Roma. I Belladonna, si sa, amano registrare nella maniera più realistica e veritiera possibile. Il risultato è un album vero, ma anche magico. Complimenti a tutti i musicisti/e che lo hanno realizzato. E complimenti anche al nostro amico Marco Vignati per gli splendidi disegni contenuti nel cd. Che dire.. la musica può tutto!

Venerdì 22 aprile: Roma suona per Radio Città Aperta al Wishlist

Dal 1978 attiva come Radio Proletaria e dal 1990 come Radio Città Aperta in FM. Dal 1 marzo di quest’anno solo online su www.radiocittaperta.it. Da decenni un riferimento a Roma per quello che riguarda le lotte sociali, la musica, il teatro, il cinema. Questa serata è stata pensata e organizzata da un gruppo di amici, musicisti/e, attrici, scrittrici e con la collaborazione e l’ospitalità del Wishlist Club per ringraziare nel nostro piccolo Radio Città Aperta e le persone che la fanno, e poter dare un piccolo contributo alla radio che comunque continua a trasmettere online magari sperando che prima o poi un giorno possa tornare anche in FM.

CONCERTI:
- Superbox (Hard Quore | Alternative | Psichedelia)
- Licia Missori & The Dark Side of Venus (Rock | Alternative | Dark | Pop)
- Sunomi (PsychoFunkyPunkyPop)
- Funkin’ Donuts (Funk Rock Crossover)
- The Konspirators (Regressive Rock)
PERFORMANCE TEATRALI:
- Compagnia Darlin G
READING:
- Valeria Annaro
- Chiara Apicella
ESPOSIZIONE QUADRI:
- Federica Manfredi
- Ixie Darkonn
- Gerlanda di Francia
Ingresso 5 Euro, che verranno devoluti a Radio Città Aperta
INFO –> EVENTO FACEBOOK

Glen Matlock: storia del punk in acustico al Lian di Roma

Si dice che Glen Matlock fosse il meno punk dei Sex Pistols, motivo principale della sua dipartita dal gruppo per far posto a un personaggio che nel bene e nel male ha fatto la storia del punk, Sid Vicious, ma che certamente un bravo musicista non era. Al contrario Glen Matlock è sempre stato un musicista raffinato, ottimo compositore e autore di brani (coautore di ben 10 dei 12 brani dell’album Nevermind The Bollocks) e sicuramente uno dei più talentuosi bassisti punk-rock della storia. Uno dei pochissimi a suonare il basso punk con le dita e non con il plettro. Sabato 19 marzo al Lian di Roma, locale ormeggiato sul Tevere, il leggendario bassista di Sex Pistols, Philistines e Rich Kids si è cimentato in un repertorio acustico che ha unito molti generi musicali: il punk, il rock, il folk e a tratti anche il blues e la new-wave. Si incomincia con Somewhere Somehow dei Philistines, Burning Sounds dei Rich Kids e la leggendaria God Save The Queen, con il pubblico in delirio. Tra i vari brani anche Ambition, scritto da Matlock per il quarto album di Iggy Pop ‘Soldier’, Steppin’ Stone, cover di Paul Revere and the Raiders, Blank Generation di Richard Hell and the Voidoids e perfino una versione italianizzata di All Or Nothing degli Small Faces, con Matlock che fa cantare al pubblico il ritornello “Tutti o Niente” (anche se la traduzione corretta sarebbe Tutto o Niente). Il gran finale è ovviamente con Pretty Vacant, il primo singolo scritto da Glen Matlock insieme ai Sex Pistols. Un grande concerto di un musicista che ha scritto la storia del punk e non solo. E KTV c’era:

Sabato 19 marzo la Capitale scende in piazza per il corteo “Roma Non Si Vende”

“Da mesi un nuovo equilibrio si è stabilito a Roma. Un equilibrio che supera le istituzioni democratiche e applica attraverso la gestione prefettizia le ricette decise dal governo Renzi e dall’Europa. Il Dup (Documento unico di Programmazione) firmato da Tronca è un concentrato di queste misure: imposizione di tagli lineari, privatizzazione dei servizi, alienazione del patrimonio pubblico sacrificando sull’altare del debito di Roma Capitale i beni, gli spazi e i servizi pubblici della città. Un documento che lascia pochi margini di manovra a chi si candida a governare Roma e poche speranze ai romani sempre più privati di servizi essenziali.”
Corteo cittadino, sabato 19 marzo: EVENTO FACEBOOK
Partenza alle 16 da Piazza Vittorio per raggiungere il Campidoglio
ROMA NON SI VENDE E COSPIRA!!!
FATE GIRARE

Sabato 5 marzo: la kospirazione al Quadrarock 2016

SABATO 5 MARZO la kospirazione torna al QUADRARO per il festival Quadrarock 2016, organizzato dagli amici del Csoa Spartaco. Noi ci saremo, insieme a L’Orecchio di Uan e The Ruins of Rome, per unirci civilmente e kospirare incivilmente contro il sistema. Accorrete tutti! EVENTO FACEBOOK

Search Archive

Search by Date
Search by Category
Search with Google

Photo Gallery

Log in | Designed by Gabfire themes